venerdì 6 gennaio 2012

AGGIORNAMENTO/CORREZIONE POST

Come fattomi notare da un lettore, (lo rigrazio) nel post (PARASSITA SFRUTTA IL POTERE DELL'ATTRAZIONE SESSUALE PER INDURRE I RATTI A DIVENTARE CIBO PER GATTI ) avevo usato, alternando (me tapino!) nel post la parola ratto a quella topo, sono diversi. Gli animali usati nell'esperimento, come risulta già nel titolo dell'articolo originale che potete visitare cliccando sull'appostito link delle fonti, sono ratti e non topi, spero di non aver creato eccessiva confusione. Ho provveduto alla correzione.

martedì 3 gennaio 2012

PARASSITA SFRUTTA IL POTERE DELL'ATTRAZIONE SESSUALE PER INDURRE I RATTI A DIVENTARE CIBO PER GATTI

Innanzitutto BUON ANNO a tutti! Questo è il primo post di Biosproject: earth del 2012.
Mi  riallaccio ad un argomento trattato nel post del dicembre 2011 a proposito di interazioni tra organismi e parassitismo, in realtà era un post che avevo quasi completato mesi e mesi orsono quando spulciando tra i vari argomenti su plos one ho trovato questo articolo, sembrava interessante e ho deciso di parlarne sul blog, poi chissà perchè come molti altri post è finito nel cassetto dei "finirò di scriverlo dopo". L'ho riesumato spero piaccia a qualcuno.

Un fenomeno particolare che si può riscontrare in biologia è il modo con cui i parasiti riescono a manipolare il comportamento dei loro ospiti a proprio vantaggio. Il toxoplasma gondii ne è un esempio. Appartiene alla famiglia dei protozooi ed è un parassita obbligato.
Attraverso varie ricerche si era scoperto da tempo quali erano le determinate aree del cervello dei ratti che si attivavano quando un maschio di ratto rivelava la presenza di un  femmina. Ora ricercatori della Standfort university hanno dimostrato che le stesse aree del cervello, quando il ratto è invaso dal parassita toxoplasma, si attivano fortemente in presenza di urina di gatto. Ciò non significa che il ratto sia attrato dall'urina del gatto come quando è in presenza di una femmina, ma dalle osservaioni effettuate di sicuro sembra avere meno paura.